18 aprile 2006

Archeomusic

Gli Alarm sono vivi e vegeti. Provare per credere. Poi, visto che gli anni Ottanta mi stanno prendendo un po' la mano e visto che è una strana sensazione vedere il sito web di gente che se andava bene sentivi in vinile, assai più spesso su audiocassetta, beccatevi questi.

4 commenti:

Nirva ha detto...

m'hanno sempre preso poco i Big Country, anche se pur'io ho un rigurgito anni'80, però mi butto piu sui classici dark (Cure,Cult,Sister of mercy,ecc)

madam, i'm adam ha detto...

Concordo anch'io sulla minima stima per i Big Country, all'epoca da qualcuno contrapposti, pensate!, agli U2. D'altronde Foggy in quei tempi ascoltava anche i Simple Minds e quindi la grandeur musicale della Grande Campagna immagino poteva piacere (è un buon gruppo, intendiamoci, ma sono stato sempre un pò riottoso verso quelle sonorità pompose che anche gli Alarm hanno esibito affossando la primigenia furia punk).
I rigurgiti degli anni ottanta sono normali ragazzi, almeno per noi, e se me lo permettete io dico solo un nome: the Smiths.
poche canzoni e via. Indimenticabili.

wizzo ha detto...

Concordo pienissimamente sugli Smiths (a proposito, sta uscendo l'ultimo di Morrissey e qualcuno dice che sia il suo migliore). Però sui Big country vi vedo un po' prevenuti...

Nirva ha detto...

Questa sugli anni 80 è poi una vecchia discussione, e ribadisco che era meglio allora che adesso, oltre ai gruppi già citati, ci metterei dentro Litfiba e Diaframma, Mission, Church, Hoodoo Gurus, per non parlare del vecchio metal, argomento questo forse piu sentito da Adam, ma vi ricordate, i Saxon, AC/DC Iron Maiden, I Van Halen.....mi fermo per non riempire il thread .... :-)